Tutto WebMaster
HOME BLOG SEO TOOLS NET TOOLS DIRECTORY REGISTRAZIONE NEWS LINK SITE MAP
Categorie Articoli



Cerca
 »  Home  »  Indicizzazione  »  Con quale frequenza fare l'indicizzazione in un motore di ricerca?

Con quale frequenza fare l'indicizzazione in un motore di ricerca?

Qualche anno fa il link più cliccato tra i miei preferiti nella sezione SEO era il "Submit to Google". Ogni giorno registravo pagine, facevo il re-submission di quelle modificate o rimosse per cercare di indurre lo spider ad una nuova visita. Era quello che si faceva. Tutti lo facevano, anche senza poter misurare i risultati diretti. Ma non essendo una procedura sbagliata di per sé, in qualche modo ti faceva sentire utile, sembrava una cosa buona per il sito.

Ma la realtà è che probabilmente tanti di questi submission non sono andati in porto mai. Google probabilmente dall'inizio ha basato tutto sullo scandagliamento dei link, saltando da uno all'altro per trovare i siti. Si, una segnalazione di link poteva risultare nell'indicizzazione del sito, ma è poco probabile che dietro questa operazione si otteneva anche qualche ranking. Eri semplicemente presente, forse sulla centesima pagina di Google.

Ma quanto spesso si fa la segnalazione oggigiorno? Mai... O quasi mai. Quando un cliente nuovo si rivolge ad un'agenzia SEO, di solito il suo sito è già presente nei motori di ricerca. Forse senza alcun ranking, ma le pagine principali del sito sono già indicizzate. E' quindi inutile perdere tempo e fare il re-submission, Google sa già che è lì. Non farebbe alcun bene al sito. Non puoi smuovere il Gigante G gridandogli semplicemente "sono qui!". Ma avrai bisogno che gli altri parlino di te.

L'unica volta quando uso la pagina Add-url è quando ho un sito completamente nuovo, mai indicizzato, on-line per la prima volta. Sarà di sicuro nello sandbox per 6 mesi, quindi, vale la pena far partire l'orologio di Google subito e nel frattempo lavorare sui contenuti. L'indicizzazione avviene velocemente, controllando la presenza del sito si hanno risultati positivi dopo pochi giorni. Ma non occorre tornare a ripetere l'operazione - non cambierà nulla.

L'introduzione del programma Google Sitemaps è però il caso nel quale l'indicizzazione va fatta. Ogni sito ottimizzato ora dovrebbe avere il file XML dello sitemap di Google, che va registrata anche se il sito è già indicizzato. La cosa buona è, che anche questa operazione basta farla una volta sola. Dopo la registrazione del Google Sitemap sarà sufficiente tener aggiornato il file xml, sarà Google a scaricarselo ogni giorno, per controllare le variazioni del tuo sito.


Related Links


Top
CheckUp del sito
Meta tag analyzer
Trova link errati
Meta tag generator
Sitemap generator
Google sitemap generator.
Opzioni articolo
Articoli pił letti
  1. Guida al Posizionamento nei Motori di Ricerca
  2. 15 regole per una Newsletter di successo
  3. Indicizzazione garantita con Google Sitemaps
  4. Valore del sito
  5. Posizionamento nei motori di ricerca - usa il SEO ToolBox di TuttoWebMaster.it
No popular articles found.
 

[ Ottimizzazione siti | Blog | Strumenti SEO | Strumenti di rete | Directory | F.A.Q. ]
[ Registrazione | Condizioni | Privacy | Contatti | Link | Mappa del sito ]


Copyright © 2017

Genesys Informatica Srl
P.iva 02002750483