Tutto WebMaster - Ottimizzazione e posizionamento siti - http://www.tuttowebmaster.eu
Con quale frequenza fare l'indicizzazione in un motore di ricerca?
http://www.tuttowebmaster.eu/art/27/1/Con-quale-frequenza-fare-lindicizzazione-in-un-motore-di-ricerca.html
Da Mario Ballarani
Pubblicato il 07/17/2006
 
Qualche anno fa il link più cliccato tra i preferiti della mia sezione SEO era il "Submit to Google". Ma quanto spesso si deve fare la segnalazione oggigiorno? Scopri la risposta in questo articolo...

Google Add-Url. Quando usarlo?

Qualche anno fa il link più cliccato tra i miei preferiti nella sezione SEO era il "Submit to Google". Ogni giorno registravo pagine, facevo il re-submission di quelle modificate o rimosse per cercare di indurre lo spider ad una nuova visita. Era quello che si faceva. Tutti lo facevano, anche senza poter misurare i risultati diretti. Ma non essendo una procedura sbagliata di per sé, in qualche modo ti faceva sentire utile, sembrava una cosa buona per il sito.

Ma la realtà è che probabilmente tanti di questi submission non sono andati in porto mai. Google probabilmente dall'inizio ha basato tutto sullo scandagliamento dei link, saltando da uno all'altro per trovare i siti. Si, una segnalazione di link poteva risultare nell'indicizzazione del sito, ma è poco probabile che dietro questa operazione si otteneva anche qualche ranking. Eri semplicemente presente, forse sulla centesima pagina di Google.

Ma quanto spesso si fa la segnalazione oggigiorno? Mai... O quasi mai. Quando un cliente nuovo si rivolge ad un'agenzia SEO, di solito il suo sito è già presente nei motori di ricerca. Forse senza alcun ranking, ma le pagine principali del sito sono già indicizzate. E' quindi inutile perdere tempo e fare il re-submission, Google sa già che è lì. Non farebbe alcun bene al sito. Non puoi smuovere il Gigante G gridandogli semplicemente "sono qui!". Ma avrai bisogno che gli altri parlino di te.

L'unica volta quando uso la pagina Add-url è quando ho un sito completamente nuovo, mai indicizzato, on-line per la prima volta. Sarà di sicuro nello sandbox per 6 mesi, quindi, vale la pena far partire l'orologio di Google subito e nel frattempo lavorare sui contenuti. L'indicizzazione avviene velocemente, controllando la presenza del sito si hanno risultati positivi dopo pochi giorni. Ma non occorre tornare a ripetere l'operazione - non cambierà nulla.

L'introduzione del programma Google Sitemaps è però il caso nel quale l'indicizzazione va fatta. Ogni sito ottimizzato ora dovrebbe avere il file XML dello sitemap di Google, che va registrata anche se il sito è già indicizzato. La cosa buona è, che anche questa operazione basta farla una volta sola. Dopo la registrazione del Google Sitemap sarà sufficiente tener aggiornato il file xml, sarà Google a scaricarselo ogni giorno, per controllare le variazioni del tuo sito.