Tutto WebMaster
HOME BLOG SEO TOOLS NET TOOLS DIRECTORY REGISTRAZIONE NEWS LINK SITE MAP
Categorie Articoli



Cerca
 »  Home  »  AdWords e pay per click  »  9 passi per centrare le keword che rendono

9 passi per centrare le keword che rendono

Spesso si dice che per una campagna efficace occorre usare centinaia se non migliaia di parole chiavi, possibilemente tutte targhetizzate. Ma quando ti metti al lavoro e cerchi di aggiungere le keywords te ne accorgi che ti vengono in mente solo una diecina. E lo strumento per le parole chiavi di AdWords non ti suggerisce ben poche alternative. Cosa c'è da fare?

La risposta è un insieme di suggerimenti pratici ma anche alcuni tool disponibili spesso completamente gratis su Internet.

9 passi fondamentali per generare keywords:

  1. Osserva: Leggi tutto quello che hai scritto sul sito. Guarda il linguaggio e osserva le parole che hai scelto per descrivere quello che fai. Aggiungilo alla tua lista di parole chiavi. Fatti aiutare anche da un amico o collega, se sei troppo "vicino" al tuo lavoro per essere obiettivo.
  2. Usa le statistiche. La risorsa più sicura per trovare le parole o frasi con le quali ti hanno è il log file del tuo server. Ogni fornitore di hosting qualificato ti consente di accedere ai file di log del tuo sito, dove sono salvate le informazioni sulle parole cercate nei vari motori per trovarti. Se non hai accesso a questi log attivti un account di statistiche su siti come www.statistiche.it o www.shinystat.it dove avrai a disposizione i report dettagliati sugli accessi che ricevi dai motori di ricerca. Prendi queste parole chiavi ed inseriscili nella tua lista di keywords.
  3. Fai due liste di keywords. Una dovrebbe essere focalizzata sulla soluzione che fornisci. Quindi se vendi un prodotto energizzante usa le parole "più energia", "aumentare potenza", "più forza fisica", "energia naturale", "energia piante", eccetera.

    Ma quello che tanti trascurano è la seconda lista, che tanti principianti dimenticano, la lista dei problemi. In altre parole, non tutti cercano la soluzione, alcuni manifestano il problema. Quindi preparati a generare una lunga lista di parole del tipo "fatica", "sempre stanco", "odio la ginnastica" eccetera. Usa la fantasia, quella tua ma anche quella degli amici o colleghi.
  4. Usa poi uno dei più importanti strumenti forniti gratis da Overture, ora Yahoo Search Marketing. Questo strumento ti permette di conoscere le parole chiavi più usati nell'ultimo periodo, ed è disponibile a questo URL:
    http://Inventory.Overture.Com

    E uno strumento ideale per determinare la dimensione della tua possibile audience di ricerca per la parola chiave specifica. Quando inserisci una parola, ti visualizza quante ricerche sono state fatte per quella parola specifica e per sinonimi o frase di ricerca collrelate. I risultati includono le ricerche effettuate nell'ultimo mese sul network di Yahoo, che è un valore rappresentativo per tutto il network di ricerca mondiale. Chi fa la ricerca su Yahoo probabilmente lo fa anche su Google ed altri. Ti mostra quanta gente è interessata al tuo prodotto e quale parole chiavi potrebbero generarti il maggior numero di visite. Sarai sorpreso quante ricerche troverai per le parole che hai inseito nella tua tua seconda lista, quella dei problemi: tutto traffico perso se non l'avresti creata.
  5. Per meno di 3 dollari potresti poi provare un'altro strumento interessante. Ti consente di creare una frase di ricerca e generare una intera serie di frasi simili, che probabilmente saranno cercati ma che costeranno molto meno.
    Lo strumento è chiamato Keyword Turbocharger ed è disponibile a questo link:
    http://www.AskAboutAdwords.com/ktc
  6. Usa lo strumento Thesaurus del tuo applicativo Word. Ti troverà un sacco di sinonimi e di espressioni contrari. Poi usare anche lo strumento disponibile a www.Thesaurus.com, ma anche il generatore dei parole con errori di battirura a http://www.SearchSpell.com/typo/. Per la parola ottimizzare ti creerà un bel tag con tutti i misspelling come qui sotto:

    <META NAME="keywords" CONTENT="otimizzaer, ottimizzaer, ottimizzrae, ottimizazre, ottimizzare, ottimzizare, ottiimzzare, ottmiizzare, otitmizzare, totimizzare, otimizzare, ot1n1zza3r, ot1m1zza3r, ot1m1zzaer, ">

    Evita di spammare però la tua pagina, non dimenticare che il buon posizionamento è tutto traffico gratuito, quindi fa parte del tuo capitale.

    Strumenti free come questi potrebbero generarti migliaia di click. E costeranno meno, a volte talmente meno che potrai decidere di non puntare ne meno sulla parola che fino ad ora ritenevi quella principale.
  7. Poi dividi le due lunghe liste in pezzi più brevi, raggruppando quelli che trattano lo stesso argomento. Crea un gruppo di annunci nella tua campagna di Google AdWords e incolla la lista. Scrivi due o tre annunci e lascia girare la campagna per un periodo.
  8. Monitorizza il rendimento delle parole chiavi per qualche settimana per trovare quelle che funzionano meglio. Quelle che funzionano meno cancellali.

    E definiamo ora il termine "keywords che funzionano": Ha portato questa parola vendite per valore superiore a quello che ha costato nell'arco di periodo selezionato?

    Google ti mette a disposizione per questo uno strumento gratuito: il monitoraggio delle conversioni. Per dettagli consulta la documentazione fornita nel tuo account AdWords.
  9. Un ultimo consiglio: Non ti scoraggiare se tra mille parole solo un paio funzionano. Al meno sai come stanno le cose e puoi agire seguendo una direzione. Tanta gente non lo saprà mai e continuerà investire su campagne pubblicitarie che non funzionano, quindi hai già un vantaggio su di loro!


Article Series
This article is part 4 of a 6 part series. Other articles in this series are shown below:
  1. L'importanza di AdWords
  2. SEO o PPC?
  3. Impressioni e CTR: la miniera d'oro per il tuo SEO
  4. 9 passi per centrare le keword che rendono
  5. AdWords? Ma quanto mi costa?
  6. Quando tagliare i costi di una campagna AdWords?
Related Links


Top
CheckUp del sito
Meta tag analyzer
Trova link errati
Meta tag generator
Sitemap generator
Google sitemap generator.
Opzioni articolo
Articoli pił letti
  1. Guida al Posizionamento nei Motori di Ricerca
  2. 15 regole per una Newsletter di successo
  3. Indicizzazione garantita con Google Sitemaps
  4. Valore del sito
  5. Posizionamento nei motori di ricerca - usa il SEO ToolBox di TuttoWebMaster.it
No popular articles found.
 

[ Ottimizzazione siti | Blog | Strumenti SEO | Strumenti di rete | Directory | F.A.Q. ]
[ Registrazione | Condizioni | Privacy | Contatti | Link | Mappa del sito ]


Copyright © 2017

Genesys Informatica Srl
P.iva 02002750483